AMBIENTE E CLIMA

  • 26 Aprile 2017

    In un mondo in cui la connettività conta più delle dimensioni, come dice Parag Khanna, stratega geopolitico, per pensare e riflettere su quella che sarà l’energia del futuro bisogna non più approcciare il fenomeno da un punto isolato, che può essere la nostra nazione, ma da una visione seriamente globale. Bisogna capire (e i vari incontri sul clima ce lo dovrebbero dimostrare, così come l’elezione di Trump negli USA) che quello che molti chiamano banalmente “effetto farfalla”, ovvero il propagarsi delle conseguenze di un evento in paesi a milioni di km di distanza rispetto a dove lo stesso viene generato, diventa il punto di riferimento. 

  • 20 Aprile 2017

    Esperti del mondo dell’energia, esponenti delle maggiori imprese e delle istituzioni: i maggiori influencer e stakeholder del panorama energetico ed economico italiano sono riuniti nell’Advisory Board del Festival dell’Energia, il maggiore evento nazionale del settore. Il concept scelto per questa edizione è Responsible Energy, a sottolineare come innovazione e sostenibilità siano i cardini della trasformazione in un’ottica di efficienza e crescita sostenibile. 

  • 10 Aprile 2017

    Il 2016 è stato definito dalla Nasa come l’anno più caldo dal 1880. Per raggiungere l’obiettivo di contenere la crescita della temperatura media globale, tendendola sotto i 2 gradi centigradi, come suggerito dall’accordo sul clima di Parigi (Cop21) del dicembre 2015, si deve fin da subito investire massicciamente grandi somme di denaro in tecnologie a bassissimo impatto ambientale per sviluppare economia decarbonizzata (low carbon economy), in fonti energetiche rinnovabili.....

  • 10 Febbraio 2016

     Il recente studio condotto dalla Queensland University e la Wildlife Conservation Society conferma che  l'inquinamento globale constribuisce, e di molto,  ad aumentare il divario tra paesi in via di sviluppo e paesi ad economia consolidata. 

    Sono i paesi in via di sviluppo, e cioè quelli che registrano emissioni di gas serra inferiori, a subire maggiormente gli effetti del surriscaldamento globale. 20 dei 36 paesi che emettono più gas serra sono i meno vulnerabili alla conseguenze del surriscaldamento del pianeta. Tra questi buona parte dell'Europa occidentale, insieme a Stati Uniti, Cina, Canada e Australia. 
  • 04 Dicembre 2014

    Il nuovo libro di Chicco Testa mette in discussione l'assioma "naturale cioè giusto" per spingerci a elaborare una nuova forma di ambientalismo, più umanista, capace di tenere conto della necessità di salvaguardare il pianeta Terra, in quanto  spazio dove l’uomo vive e si sviluppa.

  • 16 Settembre 2014

    L'uragano Sandy ha provocato danni per milioni di dollari e lasciato alcune aree degli Stati Uniti senza corrente per settimane. Un evento che ha spinto le utilities verso una riforma radicale del sistema elettico. 

  • 14 Aprile 2014

    Robert Socolow in un illuminante articolo pubblicato l'anno scorso, discute, tra le altre cose, della difficoltà di parlare del cambiamento climatico. Bruno Carli (IFAC - CNR) riprende il tema e lo approfondisce. L'opinione pubblica subisce l'effetto Cassandra o piuttosto preferisce credere a Babbo Natale?

  • 27 Marzo 2014

    Due sondaggi, uno in Europa e uno negli Stati Uniti, indagano il rapporto dei cittadini con il climate chaneg. In discussione non è tanto la percezione del cambiamento climatico come problema reale, quando piuttosto l'atteggiamento degli individui verso le politiche per contrastarlo e verso una propria assunzione di responsabilità. 

  • 07 Novembre 2013

    IPCC pubblica il V Rapporto sul cambiamento climatico. 2216 pagine di analisi dei dati scientifici. A curare la ricerca 259 esperti a livello mondiale, mentre altri 1000 ne hanno seguito la revisione. Bruno Carli e Paolo Saraceno raccontano per noi le evidenze del rapporto.

  • 13 Febbraio 2013

    L'ambientalismo italiano serve l'ambiente oppure no? Sceglie le battaglie giuste o no? Mario Signorino, in un articolo scritto nel 2004 e ripubblicato recentemente da L'Astrolabio, racconta la storia dell'ambientalismo nel nostro Paese per spiegare perché nonostante l'apparente peso mediatico che diamo a questo tema, l'ambiente non sia ancora davvero oggetto di una politica seria. Paolo Saraceno, astrofisico ed esperto di clima, ne commenta le tesi.

  • 15 Maggio 2012

    Come riuscire a comunicare il maniera efficace i temi del cambiamento climatico? Occorre cambiare linguaggio. E l'arte aiuta.

  • 20 Dicembre 2011

    Da alcuni anni i summit sul clima si aprono con grandi aspettative e si concludono con grandi delusioni. Durban non ha fatto eccezione; basta guardare la stampa mondiale per rendersene conto.

     

  • 12 Settembre 2011

    Intervista ad Alessio Battistella, architetto e paesaggista
    di Agnese Bertello

    Il paesaggio è certamente un valore da difendere, m bisogna farlo imparando a progettare in maniera intelligente e integrando sviluppo, tradizioni, storie culturali e sociali.

  • 23 Gennaio 2011

    di Bruno Carli, CNR

  • 24 Settembre 2010

    Intervista a James Hansen, NASA's Goddard Institute for Space Studies di Keith Kloor,
    "
    Nature Reports Climate Change"
    Traduzione e sintesi di Agnese Bertello

  • 17 Maggio 2010

    di Bruno Carli, CNR

    Abbiamo chiesto a Bruno Carli di leggere "La Terra in rosso", articolo di Antonio Cianciullo, pubblicato su Repubblica, e di commentarlo, interpretarlo, integrarlo, con l'occhio dello scienziato.
    Ecco le sue considerazioni

     

  • 12 Aprile 2010

    Intervista a Fedora Quattrocchi, INGV, di Agnese Bertello

  • 09 Marzo 2010

    di Franco Miglietta, Silvia Baronti e Francesco Primo Vaccari
    Istituto di Biometeorologia del CNR, Firenze

  • 24 Febbraio 2010

    di Paolo Saraceno, INAF

    Di fronte alla crisi energetica e ambientale che stiamo vivendo, ci si interroga spesso sulla possibilità di ridurre i consumi. È una strada percorribile, questa? Se sì, come? E che cosa potrebbe significare concretamente nella vita di ciascuno di noi? 

  • 05 Febbraio 2010

    di Agnese Bertello
    L'appello degli scienziati del CNR. 

  • 04 Febbraio 2010

    Intervista a Massimo Tavoni,
    Princeton Environmental Institute, Fondazione Eni Enrico Mattei, CMCC
    di Agnese Bertello

  • 09 Gennaio 2010

    di Carlo Stagnaro

  • 09 Gennaio 2010

    Intervista a Furio Cerutti, professore di Filosofia politica, Università di Firenze di Agnese Bertello

  • 08 Gennaio 2010

    di Chicco Testa

  • 03 Gennaio 2010

    di Carlo Stagnaro, IBL

  • Dal 2008, anno di fondazione dell'IPCC, in poi, il numero dei Think Tank che si occupano di cambiamenti climatici è cresciuto enormemente. Ora una mappa, realizzata dall'ICCG di Venezia, fa ordine. 

  • di Stefano Caserini, docente di Fenomeni di inquinamento al Politecnico di Milano,
    Coordinatore del Comitato Scientifico del sito Climalteranti.it 

  • di Pia Saraceno
    Novembre 2008

  • di Carlo Stagnaro, IBL
    Novembre 2008

  • di Gianni Silvestrini, Presidente Kyoto Club
    Novembre 2008

  • L'IPCC pubblica il V Rapporto sul Cambiamento Climatico. Buone notizie non ce ne sono. Occorre piuttosto attrezzarsi per resistere ai cambiamenti climatici. Le città e i territori cominciano a farlo. 

  • Il 23 novembre 2013 si è chiusa, a Varsavia, la diciannovesima Conferenza della Parti (COP) della Convenzione Quadro dell’ONU sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC). Un'edizione funestata da eventi terribili che hanno ricordato l'urgenza di arrivare a scelte condivise. Ma il bottino è scarso.

  • Quest’anno il Festival dell’Energia ha un partner d’eccezione: Expo Astana 2017. A legare a doppio filo le due manifestazioni è per l’appunto il tema dell’energia: Future Energy, come produrre energia, affrontando la questione della disponibilità economica, dei trend di sviluppo delle nuove fonti energetiche. In entrambi i casi, a Milano e ad Astana, si cercherà di mettere a confronto e far convergere le idee e le posizioni delle istituzioni, nazionali e internazionali, mondo accademico e comunità.