Cambiare x cambiare

Green Economy
25 Luglio 2014

Quale il rapporto tra territori e comunità intelligenti? Perché l’innovazione deve essere la strada maestra per la sostenibilità della filiera ICT e digitale? Quanto può attendere l’alfabetizzazione digitale del Paese? Come devono cambiare i modelli di business?

Domande centrali per elaborare una strategia reale per la smart city e la smart life di domani: la risposta più adeguate possono venire solo da un confronto che coinvolga tutti gli attori: istituzioni, imprese, cittadini... Proprio un confronto trasversale è quello che propone la manifestazione "Cambiare x cambiare" che raccoglie sfida del cambiamento come condizione necessaria allo sviluppo del Paese. 

“I rinnovati modelli di consumo, figli della crisi economica, e le nuove prospettive del digitale mettono la filiera dell’ICT di fronte all’imperativo dell’innovazione, che non può attendere oltre. Innovare per confermarsi leva di reale sviluppo per il Paese, all’altezza delle nuove richieste. Innovare per essere competitivi e crescere. Cambiare per Cambiare”, sottolinea François de Brabant, Presidente di Between, la società di business consulting, specializzata in ICT, che da sette anni anima l'iniziativa.

Ad affrontare queste domande saranno anche quest’anno i massimi rappresentanti delle istituzioni, delle associazioni, dei media, della ricerca e dei decisori aziendali, nonché dei nuovi attori della scena digitale; tra questi segnaliamo: Benedetta Arese Lucini (Uber), Sebastiano Barisoni (Radio24), Franco Bassanini (Astrid), Aldo Bisio (Vodafone), Mauro Bonaretti (Presidenza Consiglio dei Ministri), Francesco Caio (Poste Italiane), Alberto Calcagno (fastweb), Angelo Cardani (Agcom), Carlo d’Asaro Biondo (Google), Silvio Fraternali (Intesa Sanpaolo Group Services), Maximo Ibarra (Wind), Giuseppe Jannelli e Silvio Mani (Accenture), Mariana Mazzucato (University of Sussex), Roberto Napoletano (Sole 24 Ore), Alex Nigg (Morgenthaler Ventures), Marco Patuano (Telecom Italia), Alessandra Poggiani (AGID), Maurizio Santacroce (Sisal Group), Davide Serra (Algebris Investments) e Roberto Viola (Commissione Europea) sono alcuni dei personaggi che hanno confermato la propria presenza a Capri 2014.

Il programma, in corso di definizione, sarà disponibile nelle prossime settimane sul sito della manifestazione

 

Condividi: