Energy Resources and Global environment strategies alla LUISS

Scenari globali
20 Novembre 2013

Intervista a Francesco Rullani, coordinatore scientifico del master, e Riccardo Maiolini, vice coordinatore scientifico

Quello energetico è un settore di straordinaria complessità, che interseca elementi scientifici/tecnici, politici, sociali, ambientali. In che modo il master riesce a tenere conto di questa complessità? Quali sono le competenze fondamentali per poter riuscire a maneggiare questa complessità?
Una delle motivazioni principali per cui il settore energetico risulta complesso è dovuta alla presenza di numerose interdipendenze, tra i diversi comparti e le diverse fasi della catena del valore della industry. In questo senso, il master nasce con l’esigenza di promuovere un percorso formativo multi disciplinare, per favorire lo sviluppo di competenze manageriali; ogni modulo è costruito per fornire strumenti economici per permettere agli studenti di elaborare stategie sostenibili ed efficaci. L’obiettivo è di comporre una classe formata da professionisti con diversa estrazione professionale e di background accademico per sviluppare nuove competenze, attraverso il dialogo e la partecipazione.

Quali sono le specificità del master che proponete, anche dal punto di vista delle modalità di formazione?
Un master costruito su tutta la catena del valore del settore energetico (dalla produzione, alla distribuzione fino al mercato ed i consumi). Il master vuole formare operatori in grado di cogliere opportunità dalle principali sfide: reti intelligenti, maggiore sinergia tra domanda ed offerta, portafoglio di investimento in nuove tecnologie. Il master prevede formazione diretta e tramite gruppi di lavoro ed esercitazioni, per permettere un apprendimento più efficace ed avanzato.

Qual è, o quali sono, le figure professionali che si delineano e quali possibilità occupazionali ci sono?
Il master si rivolge a tutti gli operatori del settore energetico che decidono di implementare le loro competenze economico gestinali, nonché ad imprenditori o consulenti che decidono di ampliare il proprio business o addirittura lanciare una loro impresa. Data la complessità e le opportunità che il settore offre, il master offre interessanti spunti anche per persone proveineti da altri settori che decidono di investire in nuove competenze o verso professionisti (quali avvocati o architetti) che necessitano di approfondire aspetti economici del mondo energetico.

Nel suo libro “Energia per i presidenti del futuro” (realizzato a partire dalle sue lezioni a Berkeley), Richard Muller raccoglie la summa del sapere sull’energia necessario ai Presidenti per gestire questa complessa materia e ai cittadini per eleggere il Presidente giusto. Che cosa secondo lei,oggi, non possiamo fare finta di non sapere, nel settore energetico?
Il settore rappresenta una importante opportunità di crescita collettiva per il nostro paese. È finita l’epoca della crescita infinita, l’attuale crisi, la competitività internazionale e la crescita globale ci mettono di fronte a nuove sfide, il settore energetico è uno di quei settori in cui l’Italia ha molto da esprimere in termini di know how e competenze.

 

Informazioni
http://www.emerges.luiss.it/ o scrivere a emerges@luiss.it o telefonare al numero 06 85 22 2325.

Condividi: