Mente Solare

Scenari globali
23 Luglio 2013

Si chiama energetismo ed è il movimento, fondato da Claudia Bettiol, che punta a reintrodurre nell'idea contemporanea di innovazione tecnologica, per l'energia, il tema della bellezza. Un approccio che si fa forte di una constatazione evidente - vogliamo essere circondati da cose belle oltre che utili. fondere nuovamente insieme bellezza e utilità del resto è un modo per ricollegarsi alla migliore tradizione secolare italiana.

Sono ormai diversi i prodotti lanciati dal movimento e presentati nelle più diverse occasioni in tutta Italia, ed è di pochi giorni fa l'inauguarzione della mostra  dei collettori solari artistici di Energitismo, sbarcata il 18 luglio in Sardegna, all’Hotel Pevero a Porto Cervo. Protagoniste le sculture solari di Giovanni Santoro e Tiziana Paci che hanno creato Solar Mind e la Solar Femininity, collettori solari a forma di testa e di donna. 

La storia di queste opere è iniziata nel 2011, quando un gruppo di artisti e tecnici, che seguono la filosofia Eleganza e Sostenibilità di Energitismo, ha iniziato la ricerca di una nuova espressione artistica della tecnologia. Nelle sculture solari i raggi solari vengono assorbiti dai tubi e riscaldano l'acqua che scorre dentro di loro, ma questi tubi assumono diverse posizioni artistiche nello spazio.

Il nome di Solar Medusa era stato scelto in omaggio ai capelli della creatura mitologica greca Medusa con serpenti in testa. La prima scultura solare, esposta a Vicenza nell’Ottobre 2012, era composta da disordinate linee che richiamavano questa capigliatura.

All'inizio del 2013 questo gruppo di artisti, guidato da Giovanni Santoro, ha messo ordine nei 'capelli' della Medusa e ha dato diverse forme per i tubi. La loro prima collezione di design solare era incentrata sulle meduse del mare e sulle foglie delle piante.

Solo a giugno del 2013 con la Solar Mind, la testa, e con la Solar Femininity, l'arte ha assunto un ruolo più importante nelle sculture solari e la creatività di artisti ha generato capolavori che sono degni di trovare un posto in un museo, in un giardino elegante o in una piazza.

L’associazione Energitismo ha lanciato un bando rivolto ad artisti per proporre nuove forme alle prossime sculture solari. Sono invitati artisti e artigiani ad immaginare un nuovo modo di riscaldare l’acqua che sia in linea con la filosofia del manifesto della associazione che promuove il “bello nelle energie rinnovabili” e un modo “elegante” di intendere la sostenibilità. L’associazione cura la fattibilità tecnica e supporta gli artisti nella loro creatività e li mette in collegamento con artigiani italiani che possono trasformare le idee in realtà.

 

 

 

Condividi: